La matematica e la statistica vengono travisate, per esempio, dalla sedicente lottologia scientifica, che applicando in modo sbagliato la elementare legge dei grandi numeri arriva a risultati completamente falsi.

L’astronomia deve “sopportare” le farneticazioni dell’astrologia: un modo di vedere i pianeti e le stelle che deriva da profonda ignoranza e superstizione, che però piace e appassiona molto il pubblico.

La perizia calligrafica, che permette agli esperti di attribuire la paternità ai manoscritti, si ritrova degenerata nella grafologia popolare dove attraverso la scrittura si crede di scoprire tutto sulla personalità, le capacità e le attitudini dello scrivente.

Nel campo della medicina ci sono gli esempi più popolari e pericolosi (dato che, parlando di salute, si rischia molto più del semplice denaro). Lì troviamo antiche credenze e ipotesi mai dimostrate vendute come l’ultimo ritrovato scientifico. Così prendono piede discipline come la pranoterapia, l’omeopatia, la cristalloterapia, la cromoterapia o i fiori di Bach e mille altre cosiddette medicine alternative. Presunte capacità paranormali millantano di aiutare le indagini della polizia (la veggenza), o la ricerca delle falde acquifere (la rabdomanzia).

Altre discipline pseudoscientifiche promettono contatti coi defunti, come la psicofonia o la medianità, o di salvaguardare la salute nelle nostre case, come la geobiologia che prevede l’esistenza dei cosiddetti nodi di Hartmann, seguita anche da alcuni bioarchitetti. Altre pseudoscienze scambiano dei cerchi nel grano per la prova dell’atterraggio di astronavi aliene (qui il rasoio di Ockham avrebbe da lavorare…).

C’è poi l’ufologia contattista, dove non è raro trovare rapiti da astronavi aliene. L’elenco è molto lungo e viene continuamente aggiornato… del resto è un esperimento interessante quello di provare ad inventarsi una pseudoscienza che non esista già.

Tratto da  : http://archivio.torinoscienza.it/dossier/alcuni_esempi_di_pseudoscienze_2648.html

Dott. Fisico Giovanni Gavelli & Partners

Via Cento 58 48022 LUGO (Ravenna) 

Cellulare  347 05 32 397 -  P.IVA 02737620399  Codice ATECO: 72.19.09

giovanni@gavelligiovanni.it

Questo sito è cookies free  ovvero c'è un solo cookie che serve per il funzionamento interno al server. 

 

Visite

  • Utenti 5
  • Articoli 135
  • Visite agli articoli 34450

Aree di attività 2024